globe

EDOF (Extended Depth of Field)

‘La Profondità di campo estesa, nota anche come focus stacking, è una tecnica di elaborazione immagine digitale che combina più immagini scattate a distanze focali diverse per creare un’immagine risultante con una profondità di campo maggiore (DOF) di quella di ogni singola immagine sorgente. La tecnica del focus stacking può essere utilizzata in qualsiasi situazione in cui le singole immagini hanno una profondità di campo molto limitata.’ (fonte: Wikipedia)

Alcuni modelli Dino-Lite dispongono di questa tecnica specifica, la modalità di scatto EDOF può scattare più immagini a diverse distanze focali e impilarle automaticamente in un’immagine nitida con 1 solo clic del mouse. Le immagini EDOF mantengono la qualità d’immagine delle immagini originali e possono essere memorizzate e visualizzate con il software DinoCapture 2.0. Tutti i modelli AM4815xx e AM7915xx includono la tecno-logia EDOF.

For more information on how to use this feature, please click here.

(* Al momento EDOF funziona solo con Sistema Operativo Windows)

RK-10-EX

con EDOF

RK-10-EX

senza EDOF

RK-10-EX

Introduzione a EDOF


EDR (Extended Dynamic Range)

EDR è un insieme di tecniche utilizzate in imaging e in fotografia per riprodurre una gamma di luminosità più dinamica di quella ottenibile utilizzando tecniche di imaging o di fotografia digitale standard.

Le immagini EDR possono rappresentare una gamma di livelli di luminosità maggiore di quella che si riscontra nelle scene del mondo reale, dalla luce solare diretta a una leggera nebulosità. Ciò è spesso ottenuto scattando e combinando esposizioni differenti dello stesso soggetto (fonte: Wikipedia). L’EDR (Extended Dynamic Range) è uno strumento di elaborazione dell’immagine esclusivo di alcuni modelli della gamma Dino-Lite Edge (DinoCapture 2.0 versione 1.4.8 e superiori). Per superfici con grande variazione di luminosità, lo strumento di scatto EDR può essere ideale per scattare un’immagine più neutra della superficie con solo pochi clic. La modalità di scatto EDR scatta 3 foto a diversi livelli di esposizione (standard, sottoesposto e sovraesposto) e le impila automaticamente in un’immagine nitida con 1 solo clic del mouse. Le immagini EDR possono essere memorizzate e visualizzate con il software DinoCapture 2.0. Tutti i modelli AM4815xx, AM7815 e AM7915xx includono la tecnologia EDR.

For more information on how to use this feature, please click here.

(* Al momento EDR funziona solo con Sistema Operativo Windows)

RK-10-EX

con EDR

RK-10-EX

senza EDR


AMR (Automatic Magnification Reading)

La funzione AMR rileva automaticamente e visualizza l'ingrandimento del Dino-Lite. L'ingrandimento è visualizzato all'interno del software Dino-Lite e memorizzato con l'immagine scattata. La funzione AMR semplifica il processo di misurazione e ne migliora la precisione. AMR è consigliato quando devono essere effettuate misurazioni di alta precisione e/o tarato (la taratura è effettuata manualmente).

(* Al momento AMR funziona solo con Sistema Operativo Windows)


FLC (Flexible LED Control)

Con la funzione Flexible LED Control (FLC) I LED del Dino-Lite LED possono essere controllati e regolati. I LED sui modelli Dino-Lite con la funzione FLC sono divisi in 4 diversi quadranti che possono essere regolati separatamente. Possono essere selezionati 6 livelli di illuminazione. La funzione FLC è utile quando gli oggetti devono essere illuminati da lateralmente o quando alcune parti dell'oggetto necessitano di più o meno luce.

(* Al momento FLC funziona solo con Sistema Operativo Windows)


Polarizing filter/ polarizer

Molti modelli Dino-Lite dispongono di un filtro polarizzata integrato. Un polarizzatore è un filtro ottico che polarizza la luce che lo attraversa, viene utilizzato per ridurre i riflessi sugli oggetti brillanti e per migliorare il contrasto. Il polarizzatore Dino-Lite può essere acceso/spento o può essere regolato per offrire polarizzazione completa o a metà.

Un filtro polarizzatore è fortemente raccomandato quando si lavora when working con oggetti brillanti o riflettenti come metalli, plastica, vetro, gioielleria o parti elettroniche, ma anche per l'utilizzo in dermatologia per l'analisi della pelle o del cuoio capelluto.

RK-10-EX

con Polarizor

RK-10-EX

senza Polarizor


Illuminazione coassiale

Grazie all'illuminazione coassiale la luce si trova sull'asse del cammino ottico, pertanto illumina solo la parte del campione visualizzata anche al microscopio. All'interno dei modelli coassiali Dino-Lite vi è un LED laterale integrato. Questo LED illumina uno specchio che agisce da splitter, proiettando la luce direttamente sul campione e consentendo anche all'immagine che si forma di riapparire direttamente sul sensore Edge. L'applicazione più comunemente utilizzata per l'illuminazione coassiale nell'industria dei semiconduttori serve per il controllo qualità e l'ispezione delle piastre wafer. Con l'illuminazione standard in campo chiaro, le strutture e quelle in sovrapposizione non risultano interamente visibili, mentre con l'illuminazione coassiale questi dettagli sono visualizzabili. Altre applicazioni consistono nell'ispezione di superfici metalliche lucidate e trattate chimicamente, l'ispezione di microchip, microelettronica e molte altre superfici che appaiono piatte o prive di contrasto quando si utilizza l'illuminazione in campo chiaro.

RK-10-EX

Illuminazione standard

RK-10-EX

Illuminazione coassiale