globe

Ricerca sulle cellule staminali

Dino-Lite aiuta la ricerca sulle cellule staminali

Il modulo di elasticità delle cellule staminali può essere determinato in diversi modi, come ad esempio la nano-indentazione. In questo processo, una cosiddetta "sonda" crea un'impronta sulla superficie del materiale. L'elasticità può essere calcolata misurandone la profondità. Questo è, in parole semplici, quello che fa l'Indentatore Piuma Nano realizzato dalla società Optics 11 di Amsterdam. Il responsabile dello sviluppo Ir. Niek Rijnveld spiega la ricerca e chiarisce il ruolo di Dino-Lite in questo processo.Quote box stemcell

Cellule staminali

stem cell researchLa ricerca sul potenziale delle cellule staminali è ancora agli inizi. Numerosi scieziati e gruppi di ricerca in tutto il mondo stanno effettuando ricerche sulle potenzialità. Una cellula staminale, o 'cellula praecursoria', è una cellula che è ancora in grado di modificarsi in un tipo di cellula diverso. Per esempio, le cellule staminali possono trasformarsi in cellule cartilaginee, cellule renali o cellule polmonari. La capacità di differenziarsi, naturalmente, suscita una considerevole attenzione da parte degli scienziati in quanto questo consentirebbe, in linea teorica, di creare un cuore, un orecchio o un polmone all'esterno del corpo umano. Tuttavia, le cellule staminali non crescono di notte. "Devono essere montate su un materiale di base, che in termini tecnici è chiamato 'scaffold'", afferma Rijnveld. "L'elasticità dello scaffold determina in parte l'elasticità del materiale di coltura finale. Questo è importante in quanto, per esempio, quando si riproduce cartilagine per un orecchio, si desidera una cartilagine morbida, ma se si riproduce cartilagine per un ginocchio, si desidera che sia cartilagine dura. Infatti, non è solo il DNAa determinare l'elasticità finale di un tessuto, ma anche fattori esterni, quali l'elasticità dello scaffold, rivestono un ruolo importante. Inoltre, vogliamo conoscere l'elasticità del tessuto risultante dalla coltura, anche per poter valutare se il tessuto soddisfa i requisiti necessari."

Gli scienziati vogliono conoscere con esattezza qual'è l'elasticità dello scaffold e dei materiali di coltura ed ora sono in grado di misurarla con l'Indentatore Piuma Nano di Optics 11, una giovane azienda che attualmente conta dieci dipendenti. Le misure e la struttura dello scaffold sono acquisite con un microscopio USB Dino-Lite da 1,3 megapixel della serie Edge, che è integrato nell'Indentatore Piuma Nano.

Misurare con la luce
Quote box stemcell 3

stem cell researchLa misurazione dell'elasticità non è effettuata in millimetri, ma in nanometri. Un nanometro è un miliardesimo di metro. Per avere un'idea della dimensione: l'unghia di un dito cresce da cinque a dieci nanometri al minuto. La misurazione effettiva è realizzata con la luce attraverso una fibra di vetro che pende sopra una striscia di vetro. La striscia di vetro è fissata ad una estremità in modo da poter flettere liberamente all'altra estremità. La flessione del vetro viene misurata determinando la distanza dalla luce alla striscia di vetro. All'estremità della striscia di vetro si trova la cosiddetta "sonda", che preme il materiale da esaminare. Questa sonda può essere di diversi materiali e, in genere, è a forma di goccia, al fine di determinare nel modo più accurato possibile l'elasticità del materiale da esaminare.

L'intero processo di misurazione è ripreso da sopra mediante un microscopio Dino-Lite Edge da 1,3 megapixel. Il microscopio mostra il campione e la sonda e può mostrare come sono effettuate le misurazioni in diversi punti del campione. Piccole variazioni di elasticità possono avere implicazioni importanti nello sviluppo delle cellule. Dino-Lite mostra molto chiaramente il processo di misurazione ed evidenzia le misurazioni osservate per spiegare possibili variazioni nelle stesse. "È il miglior microscopio USB che abbiamo trovato," afferma Rijnveld. "Abbiamo provato con molti microscopi digitali, ma Dino-Lite offre il miglior microscopio ad un prezzo competitivo. La luce a LED integrata rappresenta per noi un valore aggiunto e i ricercatori possono guardare sullo schermo del PC collegato all'Indentatore Nano. Possono riprendere completamente la misurazione, ma possono anche scegliere di scattare immagini solo di una parte delle misurazioni. Dino-Lite soddisfa tutte le nostre esigenze e pertanto Dino-Lite è un componente standard di ogni Indentatore Piuma Nano che viene consegnato."